1866: la grande truffa. Il plebiscito di annessione del Veneto all’Italia

26 02 2008

PER NON DIMENTICARE….

Estratto dal libro omonimo di Ettore Beggiato

Un libro importante, culturalmente e politicamente.

Ci parla della nostra storia, di quanto è accaduto quando il Veneto è stato annesso all’Italia…. Noi tutti sappiamo che l’unificazione del Paese è stata più imposta che voluta. Che è arrivata sulla punta delle baionette dell’esercito piemontese, che molti plebisciti sono stati manipolati… Oggi, dopo oltre un secolo e mezzo, è nostro dovere ricostruire la storia della Regione in cui viviamo o siamo nati…

E mai come questa volta, i vincitori che stanno a Roma si sono applicati scrupolosamente e scientificamente per stravolgerla, mistificarla e nasconderla. I Veneti non dovevano, e non debbono, conoscere questa pagina fondamentale della loro storia.

“Tutto si svolse con mirabile ordine e fra universali manifestazioni di gioia”, così sta scritto nri (loro) libri di storia.

Va innanzitutto sottolineato come le potenze europee intendevano riconoscere, attraverso il plebiscito, al Popolo Veneto il diritto di scegliere il proprio futuro, il diritto all’autodeterminazione si direbbe oggi. Un principio, un diritto riconosciuto dai trattati internazionali come “diritto umano”…

Diritto all’autodeterminazione che ha una valenza permanente: vale a dire che finchè c’è un popolo, quel popolo ha sempre il diritto all’autodeterminazione.

L’altro aspetto centrale della questione è quello che potremmo chiamare della “temporaneità“.

Quella che, come Veneti, stiamo vivendo sal 22 ottobre 1866 è solamente una parentesi nella nostra storia plurimillenaria.

Cosa sono centotrentatre anni di presenza italiana nel Veneto di fronte ai secoli di storia e di indipendenza Veneta?…

Per non parlare della sistematica distruzione del patrimonio culturale e linguistico del Veneto: l’Italia nasceva accentratrice, calpestando la cultura e l’identità dei singoli popoli, all’insegna del “Fatta l’Italia bisogna fare gli italiani: a oltre centotrent’anni di distanza sono ben lontani da tale aberrante “soluzione finale“…

21 e 22 ottobre 1866: fu vera festa?

Il plebiscito che sancì l’annessione del Veneto all’Italia viene liquidato dai nostri libri di scuola in poche battute visto che la storiografia ufficiale sostiene che “tutto si svolse con mirabile ordine e fra universali manifestazioni di gioia” (-Mirabile ordine e gioia? E quando mai stanno insieme in questo paese? La storia si ripete e si cancella, ma le versioni ufficiali non stanno mai in piedi– nota del Davide).

Pochi sanno che in realtà fu una colossale truffa, la prima di una serie infinita di truffe perpetrate daRoma e dall’italia ai danni dei Veneti…

Arriviamo poi a quei plebisciti che interessano più vicino i popoli “vittime” dell’espansionismo sabaudo.

(Riporto di seguito 2 esempi)

Napoli

Il 21 dell’ottobre del 1860 fu il giorno felicissimo del plebiscito nelle province napoletane. L’interrogazione era questa: “Il popolo vuole l’Italia una e indivisibile con Vittorio Emanuele Re costituzionale e suoi legittimi discendenti?”. Il popolo Napolitano rispose con un solennissimo si, e fu proclamato il lieto risultato dei voti, lo splendido plebiscito, come chiamavano il conte di Cavour: 1302064 si e soli 10512 poverissimi no…

Cesare Cantù racconta come si svolgevano le operazioni di voto a Napoli: “Il plebiscito giunge a fino al ridicolo, poichè oltre a chiamare tutti a votare sopra un soggetoo dove la più parte erano incompetenti, senza tampoco accertare l’identità delle persone e fin votando i soldati, si deponevano in urne distinte i Sì e i No, che lo rendeva manifesto il voto; e fischi, e colpi e coltellate a lo desse contrario. Un villano gridò: Viva Francesco II! E fu ucciso all’istante.

Rovigo

Lo storico Luidi Sutto, incaricato dal costituendo Museo del risorgimento “Carlo Alberto”, di ricostruire dati ed episodi del Plebiscito…. Il decreto sulle norme del Plebiscito prevedeva che i pretori trasmettessero alla Corte d’Appello i verbali dei risultati Comune per Comune del referendum. Il nostro ebbe apprezzamenti e consigli anche in sede ministeriale, ma non ebbe mai in visione i fascicoli. E annota sconsolato che nè pretura nè Municipi li hanno! (Non è neanche legalmente valdo! NDD)

La conseguenza più importante dell’arrivo degli italiani fu……la partenza dei veneti. Un emigrazione biblica che investì il nostro popolo in seguito ad uno stato di miseria e di disperazione come mai nella nostra storia. Interi paesi emigrarono alla ricerca della “Merica”, soprattutto dell’America Latina e in particola re nel Brasile meridionale, ricreando un altro Veneto al di là dell’oceano (Nova Bassano, Nova Vicenza, Nova Padua ecc.)… Per coloro che rimasero fame, tasse (in particolare quella sul macinato, una vera e propria tassa sulla miseria), disperazione…

E il malcontento cresceva: ecco allora la necessità di rafforzare l’apparato repressivo. I liberatori “taliani” arrivarono a proibire la trasizionali processioni religiose in quanto “assembramento pericoloso per l’ordine pubblico!” (?!!!!! NDD).

Ma nonostante questo l’intero territorio veneto è costella to da tutta una serie di rivolte, di manifestazioni: da Thiene a S. Germano (Vi), da Cavarzere al Cadore, a Legnago alle manifestazioni polesane de “La Boje”.

Ma di tutto questo nella storiografia ufficiale non c’è traccia.


Azioni

Information

3 responses

6 03 2008
UnioneSud

Eccezionale intervento, pian piano la truffa… meglio conosciuta come “unità d’Italia” sta vengo a galla.
Grazie
http://blog.libero.it/ILTORNESE

1 12 2009
Matteo Spigolon

Ne ho parlato anch’io sul mio blog…ricordo questo infausto evento ogni anno.

19 02 2013
Vance

I really Believe article, “1866: la grande truffa. Il plebiscito di annessione del
Veneto allItalia OnestaMente – Blog di Provocazione Culturale” was indeed good!
Icouldn’t agree along with you more! Finally appears like I personallycame across a blog worthy of reading. Thanks a lot, Geoffrey

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: