La farsa di Obama

16 03 2009

Di OnestaMente

Per tutti gli illusi che hanno creduto al “cambiamento” portato da Obama:

hatch_dees

Sappiate che ancora vi siete sbagliati.

che ancora avete profuso la vostra ingenua mente di vane speranze; egli non è altro che un pupazzetto nelle mani dei soliti potenti, un semplice emissario del’elite massonica e banchiera angloamericana, conosciuta come il Bilderberg Group. Tra i vari partecipanti di tale gruppo, spiccano rappresentanti di dinastie di banchieri come i Rothschild, e i  Rockefeller (conosciuti anche come “Gli Imperatori del Mondo”), oltre ald altri delle famiglie reali britannica e olandese.

Vi ha promesso cambiamento

Vi ha promesso speranza, ammaliandovi con belle parole e sorrisi melliflui.

Il ritiro dall’iraq,  la fine dell’uso della tortura, una politica estera più distesa e diplomatica (anche nei riguardi dei paesi a maggioranza musulmana), la reintroduzione dei pieni diritti civili per i cittadini americani, e la ripresa dell’economia con la fine dello strapotere di Wall Street attraverso una maggior regolametazione.

Analizziamole queste promesse alla luce del poco tempo passato.

-Il ritiro dall’Iraq doveva avvenire entro 6 mesi, poi diventati 8, poi  12 e via così. Almeno 50.000, anzi 80.000 soldati rimarranno  anche dopo il “ritiro” (le virgolette sono d’obbligo a questo punto).

obama-iraq-withdrawal

-La reintroduzione  dei diritti civili ai cittadini statunitensi sarebbe dovuta avvenire con la cancellazione del vergognoso Patrioct Act di Bush. Per chi ha bisogno di una rinfrescata alla memoria, si può trovare una definizione sommaria su Wiki o delle analisi più approfondite qui o qui.

Indovinate un po’? E’ gia stato pienamente reintrodotto tale e quale dalla “nuova” amministrazione democratica.

-La Distensione nella poltica estera è cominciata con l’intervista del presidente ad Al-Arabiya (per vederla CLICK), ed è finita quando,  dopo neanche una settimana dal suo insediamento alla casa bianca,  ha ordinato un enorme bombardamento aereo nella regione Pakistana del Waziristan.

-La fine dell’uso legalizzato della tortura è stata una messinscena memorabile. Con la chiusura di Guantanamo ci ho quasi creduto… Peccato che ci siano ancora Abu Graib in Iraq e  Szymany in Polonia.  Altre prigioni sono situate in Afganisthan, in Egitto, in Etiopia e chissa quante altre ce ne sono in giro per il mondo.

– Le promesse sulla ripresa economia sono addiritura ridicole. Hanno gettato via  centinaia di miliardi di soldi pubblici con i famosi bail out, infilandoli nel buco nero delle banche perdita, e un altro migliaio stanno per partire con il pacchetto per stimolare l’economia (stimulus package). Naturalmente molti dei beneficiari di questi aiuti sono gli stessi gruppi di banchieri che hanno contribuito alla campagna elettorale di Obama.

Ma c’è del vero cambiamento nella nuova amministrazione.

C’è la reintroduzione della leva obbligatoria.

Sta infatti continuando il processo di trasformazione degli stati uniti d’America, in un incubo sempre più simile simile alla Germania Nazista o all’Italia Fascista. Con la reintroduzione  del servizio nazionale obbligatorio; ogni uomo e donna d’America dovrà dedicare un periodo imprecisato della sua vita allo stato, con una prestazione militare o di altro genere. Questo non è necessariamente sbagliato, ma il problema è sempre il come viene utilizzato. L’intenzione dei poteri forti non è certo quello di farci pulire le strade o di assistere gli anziani (anche se spero potrà  essere possibile), ma di creare una rete di  spie domestiche per il controllo degli stessi cittadini americani. Non so a voi, ma a me ricorda la “gioventù hitleriana”.

Gli stati uniti erano sull’orlo della rivolta e il vero potere aveva bisogno di una nuova faccia più pulita, per dare speranza alla popolazione e intanto procedere con il loro piano di dominio globale.

Lo capirete un giorno che il cambiamento  non potrà mai arrivare dall’alto come manna dal cielo?

Quando la smetterete di credere ai profeti con le tuniche inzuppate nel sangue

e ai santi con l’aureola sintetica?

Il cambiamento vero potrà arrivare  solo se saremo noi stessi a crearlo.

E’ ora di svegliarsi.

OnestaMente

Guardate l’imperdibile documentario di Alex Jones in Inglese!

“The Obama Deception”

Fumetto di Latuff


Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: