Diario dalla Repubblica Bananera dell’Honduras

13 07 2009

Federico Mastrogiovanni       http://radicalshock.wordpress.com/

7070019

Tegucigalpa mi rompe il cazzo. Ogni 50 metri c’è un McDonald’s, un KFC, un Burger King, Un D&D. Sta città è piena di merda imperialista yanqui. Mi fa incazzare che la gente dica che, no non vogliamo Zelaya perché poi arriva Chávez e trasforma il nostro paese in una colonia marxistaleninista tipo Venezuela. Noi non li vogliamo i comunistibolscevichi. Dicono davvero così. E allora penso. Non è che mi piaccia Chávez. Cazzo no. Però vuoi che sia peggio di questa merda?

Vuoi che sia peggio che vivere in uno dei paesi più poveri dell’America latina? Dove ammazzano 2000 persone l’anno per strada? Sono confuso.

Sebastián, un contadino di Olancho, mi dice che lui è ateo, non è sposato ed è anarchico. Che guadagna 80 Lempiras (o Umpalumpa come dir si voglia) al giorno. Cioè tipo tre euri e mezzo. Forse perché è un fottuto anarchico senzaddio. Sarà per quello.

Qua il golpe continua, ma tutti i giornalisti se ne sono tornati a casa. Del resto per quanto tempo si può parlare dell’Honduras, oggettivamente? Mo per altri 50 anni basta. Già è tanto che ora qualcuno sa dove cazzo sta sulla carta geografica. E per chi non lo sapesse sta tra Costa Rica, Nicaragua e El Salvador. E mo lo sanno proprio tutti.

La verità è che mi manca il Messico, che in confronto a qui è la Svizzera. E non pensavo che avrei mai detto una cosa del genere.

Ieri intervistavo un ricco industriale. Il presidente degli industriali, parente di un ex presidente. Un ciccione barbuto nella sua casa da paura in uno dei quartieri ricchi di Tegucigalpa. Mi spiega perché tutti i poteri forti sono a favore del golpe, ma ci tiene a farmi sapere che lui è un socialdemocratico. Un socialdemocratico!! In Centroamerica!! Follia pura. Manco fosse la Svezia cazzo. E ci tiene a sottolineare che suo cugino era Schafik Handal, uno dei capi del Frente Farabundo Martí per la Liberazione Nazionale del Salvador. I guerriglieri comunisti.

Fatti bello con tuo cugino e poi appoggia i colpi di stato nel tuo paese. So boni tutti. Allora pure mio cugino suona in un’orchestra in Germania, ma questo non fa di me né un musicista né un tedesco. Porca troia. Poi mio cuggino sa un colpo segreto che se te lo dà dopo tre giorni muori.

Insomma. La conclusione è che in fondo dell’Honduras, come sempre, non glie ne fotte un cazzo a nessuno. I ricchi continueranno a mangiare e a fare carne di porco di tutti gli altri. Come è sempre stato. E calerà di nuovo il silenzio su questa “repubblica” bananera.

Avete avuto i vostri 15 minuti di fama. Adesso non rompete più i coglioni per favore.

Non è più tempo di rivoluzioni. Non è più tempo di lotta armata. Per i colpi di stato si può fare un’eccezione.

http://radicalshock.wordpress.com/2009/07/10/diario-dalla-repubblica-bananera-dellhonduras-4/

manif_honduras1

Vai in giro per Tegucigalpa e all’improvviso trovi una pizzeria italiana. Cameriere trigueñas, come si dice qui meticce, mulatte. cioè l’hondureño medio. Però il padrone è italiano. Ma non c’è. Ora è in Italia. Dice la signora. È andato via che è pochi giorni.

Pure Micheletti il golpista è italiano. Pure Ferrari, un altro pezzo grosso golpista è italiano. Nella élite di questo fantastico paese gli italiani hanno fatto affari. Si sono affermati. Hanno affermato la nostra superiorità.

Molti sono arrivati qui scappando dall’Italia perché fascisti. Sono arrivati e hanno esportato l’arroganza. Si sono arricchiti e ora organizzano colpi di stato. E si accoppiano tra parenti, perché l’elite è un po’ piccina e non è che ci sia tanta scelta.

È bello sapere che c’è continuità. Che Garibaldi ha combattuto in America per l’indipendenza e che seguendo questa tradizione dei compatrioti si distinguono nell’organizzare colpi di stato.

Cammino per le strade e penso che se mi riconoscono mi fanno il culo. Per fortuna che sembro un “gringuito backpaquero”, come m’ha detto ieri la signora Flor.

Nel frattempo hanno arrestato il padre di Isis. Isis era quel ragazzetto che gli hanno fatto brillare la testa domenica. Il padre stava oggettivamente scassando il cazzo a tutti pretendendo giustizia. Quindi piglia e va al commissariato e dice, senti commissariato sono venuto a chiedere giustizia per la morte di mio figlio, voglio fare una denuncia. E Commissariato gli risponde, sai che c’è di nuovo? Tu hai un carico pendente dal 2004 per proteste quindi ti arrestiamo a te, coglione!

E ora sta al gabbio. E con un figlio che sta sotto du metri. E tutti che lo pigliano per il culo.

Stanotte ho sognato Mel Zelaya che entra nel paese a cavallo e entra a Tegucigalpa sparando come Pancho Villa. Si mangia pesante in Honduras. Invece non succede proprio un cazzo. Io domani me ne vado in un paese civile. In Nicaragua. Si festeggiano i 30 anni della rivoluzione sandinista.

Sperando di ricordarmi fra una settimana dove cazzo sta l’Honduras. Già ora faccio fatica standoci dentro. Dice che sta vicino a Salò. O vicino ad Arcore.

http://radicalshock.wordpress.com/2009/07/11/diario-dalla-repubblica-bananera-dellhonduras-5/

balas

Me ne vado da un paese senza speranza. Da un paese che oggettivamente comunque vada ce l’ha nel culo.

Il Cardinale Maradiaga, anche detto cardinale golpista, continua ad affermare il suo patriottismo alla faccia di tutti quanti. Quell’altro, Mel, da tutti i paesi del Centroamerica fa dichiarazioni e incita il popolo.

L’idea che mi faccio io è che entrambe le fazioni giocano sporco sul filo della legge.

Il cardinale è un ipocrita, perché in nessun caso fai un golpe militare per un “gesto patriottico”, per difendere la democrazia. Come diceva Benigni, è come scopare per la verginità. Ma chi cazzo può dare credito a giustificazioni del genere?

Quello che mi porto a casa di questo paese è che tutta la classe politica e l’oligarchia, compresa l’elite della chiesa che ha sempre succhiato il sangue ai popoli latinoamericani, sono marci persi. Non c’è speranza di una soluzione democratica.

Né con Chávez, né con gli oligarchi.

Entrambe le parti sono impresentabili. Ma chi ci crede a uno come Manuel Zelaya? Il “Comandante vaquero” lo chiama Chávez. Santoddio! È meglio che vi succhi il sangue il caudillo o l’impero dei Pizza Hut? È meglio prendere nel culo un bastone o un manganello? È meglio bere un bicchiere di merda o un bicchiere di vomito? Questa è la scelta che si presenta al popolo hondureño nella transizione democratica del 2009.

L’unica cosa che mi è chiara dopo quasi due settimane di intensa attività giornalistica frilènz è che esiste un blocco sovranazionale e trasversale che si dedica alla spartizione di torte. Da questo blocco sono esclusi gli sfigati. Come alla festa delle medie. Ecco. Gli sfigati in questo caso sono la gran parte del popolo dell’Honduras. Che nella fattispecie prepara le torte con sudore e illusioni. Torte che comunque vada mangeranno altri.

E il popolo hondureño non ha la cultura né la forza per smettere di fare torte. Deve ringraziare dio, quello dei cardinali, che è lo stesso dei presidenti deposti e dei golpisti, che qualcuno lo consideri, non foss’altro che per sputargli in faccia. Non rompere i coglioni popolo bestia! Ormai è andata così. Ce potevi pensà prima. Prima de che? Prima de nasce sfigato. Sfigato!

Ma tra poco tutto sarà finito. Rimangono pochi osservatori. Poche telecamere straniere. Reuters. AP. Una manciata di spagnoli. Liberiamo il campo agli avvoltoi, che volteggiano sul cielo nuvoloso di Tegucigalpa.

Están jodidos en cualquier caso. Almeno qualcuno ha intravisto la vostra miseria.

Penso io.

http://radicalshock.wordpress.com/2009/07/12/diario-dalla-repubblica-bananera-dellhonduras-6/


Azioni

Information

One response

15 12 2010
ferrante salvatore voghera

Delinquente giudice Minudri Maria di Voghera e Bianchi di Tortona hanno preso soldi per truccare il processo e poi condannato l’innocente che non aveva dato la bustarella di soldi per il giudice corrotto. Sapevate che i giudici italiani sono i più corrotti e fannulloni d’Europa? Vi consiglio di cercare in google cosi: —
Scaricate da spedire agli amici:

http://www.cattivagiustizia.com
http://www.ingiustiziaitaliana.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: