BLOG SOSPESO

19 07 2010

MI SCUSO CON CHI SEGUE QUESTO BLOG, MA MI SONO MESSO IN PROPRIO COL MIO LAVORO DI ARTIGIANO. SOMMERSO DAGLI IMPEGNI DI LAVORO NON HO ALCUN TEMPO NE’ ENERGIA PER OCCUPARMENE COME MERITA. IL BLOG RESTERA’ APERTO E SI POTRA’ ANCORA SCRIVERE COMMENTI.





I Nuovi Padroni Del Mondo

27 03 2010

Di OnestaMente

Finalmente una nuova consapevolezza si sta diffondendo nel mondo e questo documentario ne è uno dei massimi testimoni. Chi sono i nuovi e veri padroni del mondo? Chi prende davvero le decisioni? I partiti non sono diventati altro che valletti di di vari gruppi fianziari e produttivi. La globalizzazione, spacciataci come un metodo per eliminare la fame e la povertà dal mondo ha effettivamente peggiorato molto la vita sia per gli abitanti dei paesi più poveri che per quelli ricchi. Queste mega multinazionali o Corporations (in inglese) hanno sempre appogggiato tiranni e assassini di massa come Suarto in Indonesia, si sono rese complici degli uccisioni di sindacalisti , attivisti per i diritti umani (come la Coca Cola in colombia), costringono i lavoratori dei paesi poveri a vivere nello schifo e a soffrire la fame, distruggono ecosistemi, sventolano i loro malati e fasulli valori occidentali di libero mercato, che in realtà significa monopolio dalle stesse poche megaaziende/banche. Parlo di quelle troppo grandi per fallire, che si beccano anche fior fiore di contributi pubblici per il loro salvataggio. Grazie anche alla crisi, da loro stessi creata, il ricchissimo 1×1000 della popolazione diventa sempre più ricco e il resto sempre più povero, la “classe media” viene progressivamente estirpata con l’abbassmento degli stipendi e l’aumento vertiginoso del costo della vita.  Altro che libero mercato! Quello che viviamo è socialismo per i ricchi e capitalismo per i poveri. Loro godono e se sbagliano vengono salvate dai contributi pubblici (Bail Out in Inglese) che  poi per la maggior parte si intascano a suon di bonus, mentre noi perdiamo la casa, il lavoro, la dignità. Esse manovrando i fili dietro le quinte, sono le padrone del mondo e il vero nemico della’umanità stessa. Qualche nome? Nike, Coca Cola, Gap, Goldman Sachs, JP Morgan, Chase. Qui in Ialia sono ottimi rasppresentanti l’Unicredit (bail out), Impregilo (rifiuti Napoli), Eni (distruzione ecosistema del delta del Niger).

Finalmente ci stiamo svegiando. finalmente l’umanità comincia a capire che protestare contro i politici e i parlamenti serve veramente a poco o nulla, perché hanno ceduto gran parte del loro potere a organismi non democratici internazionali come la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale e per l’Europa, la Banca Centrale Europea e le varie commissioni, sempre pronte a difendere i “diritti” di questi imperi privati e ad espanderne il potere sugli stati. Partiti e politichetti vari non sono altro che marionette,  il nemico vero è altrove. Guardate questo documentario splendido e realisticamente scioccante. Vi aiuterà ad aprire gli occhi.

P.S. Tornerò sull’argomento in futuro con ulteriori approfondimenti.

Film documentario sulla globalizzazione, lo sfruttamento del terzo mondo, le multinazionali. Di John Pilger. Doppiato in Italiano.

La prima parte , per vederle tutte clickate

QUI o QUI o QUI o QUI





Storia della Droga

25 03 2010

Clicka l'immagine per guardare il documentario via VEOH.COM

Da sempre le droghe sono considerate un dono del cielo e una meraviglia della natura; solo dall’ultimo secolo trascorso sono state definite come la Piaga dell’umanità. Questo documentario è un buon tentativo di dare loro una Storia dall’antichità ad oggi, senza l’inquinamento di inutili moralismi.





Gerusalemme Sotto Assedio

21 03 2010

Dopo Operazione Piombo Fuso, i grandi giornalisti di Vanguard svelano la vita terribile dei Palestinesi di Gerusalemme Est. Ma lo fanno nel loro stile, cioé con un ritmo incalzante e una leggerezza solo apparente, che rendono il film facile da guardare. Assolutamente consigliato a chiunque voglia avere la minima idea di cosa stia davvero succedendo in quei luoghi santi e dannati.    OnestaMente

Clicka l'immagine per guardare il documentario via current.com





City of Men – 01 – A coroa do imperador – La corona dell’imperatore

12 03 2010

Sottotitoli in ITALIANO

Generalmente non pubblico serie televisive sul mio blog, ma il modo in cui “City of men” è girato e i contenuti provocatori e realisti lo rendono assolutamente degno di esser visto. La vita in una favella di due ragazzini con le sue terribili difficoltà, tra miseria, guerre tra bande, polizia corrotta e spaccio di droga, viene raccontata attraverso la voce del protagonista in un modo così spontaneo e a tratti divertente, che rende il film non solo “facile” da vedere, ma addirittura godibile.  –  N.D. Onestamente

Una gita scolastica dedicata a Napoleone pare una buona occasione per Laranjinha e Acerola per recuperare qualche soldo. Ma la favela dove abitano viene investita da uno scontro che ricorda le Guerre Napoleoniche.

Via yalp.it     Canale Bonsai

Clicka l’immagine per guardare il video di 36 minuti.





Impressioni da New York – parte 1 e 2

12 02 2010

di OnestaMente

Parte prima: L’arrivo

Le sette domande dell’apocalisse:

Sull’aereo in volo la Hostess mi porge un foglio verde e mi chiede di compilarlo per avere il visto di ingresso: “Rispondete alle domande che seguono:”

A) Soffrite di malattie contagiose o di patologie fisiche o mentali, siete tossicodipendenti o fate abuso di stupefacenti?      SI  NO

CHE?! (n.d. OnestaMente) E certo guarda, sono Doctor Me e mister Pazzo!

B) Siete mai stati arrestati o condannati per reato di depravazione morale o relativo a stupefacenti… oppure eravate dediti al commercio di stupefacenti o intendete entrare negli Stati Uniti per dedicarvi a attività criminose?  SI  NO

Inevitabilmente rido, chi sarebbe così imbecille da rispondere si? Poi penso che effettivamente la loro madre è sempre incinta, come s’usa dire.  Ma il meglio viene ora.

C)Siete mai stati coinvolti, ora o in passato, in attività spionistiche o di sabotaggio, terroristiche o tendenti al genocidio; oppure tra il 1933 e il 1945, siete mai stati coinvolti in attivitò di persecuzione emanate dal partito nazista tedesco o dai suoi alleati? SI  NO

Ora mi ritengo anche offeso;  considerano tutti gli europei  soggetti ad alto rischio di nazismo?

D) Intendete cercare lavoro negli stati uniti; oppure vi è stato interdetto l’ingresso o siete mai stati deportati o espulsi dagli Stati Uniti; oppure avete mai ottenuto o tentato di ottenere un visto di ingresso fraudolento o con false dichiarazioni? SI  NO

Per Carità, NO!

E) Avete mai trattenuto o sottratto un minore all’affidamento concesso ad un cittadino statunitense? SI  NO

Per la serie, non insidiare le nostre donne e  i nostri bambini.

F) Vi è stato mai negato un visto di ingresso negli Stati Uniti, o vi è stato mai annullato… Se si In che data?  Dove?  SI  NO

Ok questa finora è l’unica legittima. Ma ecco il Gran Finale!

G) Avete mai fatto valere l’immunità per sottrarvi ad azioni legali?  SI  NO

Quindi in America il Berlusca non dovrebbe neanche poterci entrare !

IMPORTANTE : Se la risporta è affermativa.. contattare l’Ambasciata degli stati Uniti PRIMA di mettervi in viaggio poiché l’ingresso potrebbe esservi negato.

E vabbé, c’è pure l’IMPORTANTE dove vaneggiano di improbabili salti indietro nel tempo.

Ma che cazzate.


“Benvenuti in America, sarete ora stipati in centinaia per ore e ore, potremmo anche aumentare il personale al controllo passaporti, ma il personale costa quindi voi soffrite; i vostri bambini piangeranno tutti dalla stanchezza e vi sentirete trattati come una mandria di vacche al macello. ” Questo dovrebbero dirti le hostess quando smonti dall’aereo. Certe famiglie con i bambini piccoli mi facevano proprio pena; potrebbero almeno organizzare una o due linee per loro.  E meno male che sono arrivato prima che succedesse quel casino dell’attentato fallito a Natale. Adesso deve essere anche peggio, perché ti fanno anche le perquisizioni corporali, che ho avuto comunque “l’ebrezza” di subire all’entrata di un discobar a Brooklyn.

Ma torniamo all’arrivo, finito l’inferno dall’attesa mi trovo faccia a faccia con il tipo un po’ latino, un po’ filippino, forse anche un po’ nero che al controllo passaporti mi prende tutte e 10 le impronte delle mani e lo scan della retina, oltre a chiedermi praticamente da dove vengo dove vado  e perché. Vorrei dirgli che neanche i grandi filosofi hannno saputo rispondere chiaramente a questa domanda, ma non voglio che mi arrestino. E devo dire che tutto sommato è stato breve e gentile.

Prendo le valige ed esco dall’aereoporto, per fortuna c’è qualcuno ad aspettarmi fuori con la macchina.

Parte seconda – Se vedi qualcosa dì qualcosa

Se vedi un pacco sospettoso o delle attività nella piattaforma o nel treno, non tenerlo per te. Dillo a un poliziotto o a un dipendente della metro. O chiama il numero verde Hotline Terrorismo.

Se vedi un pacco sospettoso o delle attività nella piattaforma o nel treno, non tenerlo per te. Dillo a un poliziotto o a un dipendente della metro. O chiama il numero verde Hotline Terrorismo.

Metropolitana e treni son pieni di questi cartelli in inglese e spagnolo. Immaginate la paranoia. Anche se uno volesse stare tranquillo e non preoccuparsi dell’ennesimo pericolo terrorista del cacchio, magari spegnendo la Tv e uscendo, non avrà fuga dalla follia, perché è pieno di cartelli che ti chiedono praticamente di improvvisarti sbirro. Altri sono ancora peggio. Io qui ci vengo ogni anno, ma la paranoia non diminuisce mai. E ora con la crisi, si sente una grande rabbia nell’aria…

Passeggiamo per Manhattan io e la mia graziosa consorte e mi rendo conto che questa città ogni anno che passa, somiglia più a San Paolo in Brasile. La sempre più gigantesca differenza tra ricchi e poveri è simile a molte metropoli del Sud America piuttosto che all’America di soli 10 anni fa. La differrenza fondamentale è che qui hanno una gran paura dei velivoli e  quindi i  ricchi, anziché muoversi sempre in elicottero come i Paolisti, usano gigantesche Limousine quasi sempre bianche.

Modello classico

Questo invece non so neanche come chiamarlo: Limogippone? Geepousine? Boh..

Tutti gli altri usano la metropolitana, che funziona a tutte le ore del giorno e della notte (altro che “Milano City”). Si possono anche prendere i taxy in questa folle città, sono d’appertutto, puzzano spesso di vomito o di sudore, e costano meno della metà di quelli italiani, ma non ci proverei tanto se avessi la pelle nera; i tassisti non ti pigliano se sei nero. Ogni volta che c’era da prendere un Taxy insieme ai miei amici di Brooklyn, era sempre il più bianco che si faceva avanti per chiamarlo, semplice calcolo delle probabilità, mi toccava farlo spesso, dato che sono pallido

anche a capodanno

ubriaco da far paura.





Future By Design (SUB ITA)

7 02 2010

Documentario su Jacque Fresco di William Gazecki.

Fresco è un grande visionario, sicuramente un genio dalle immani capacità progettistiche e dotato da più di mezzo secolo di idee estremamente moderne; in parte criticabili certo,  ma anche di grande impatto e dalla chiarezza cristallina. Vivamente consigliato a tutti.

OnestaMente

Le prime 2 parti clickate su Leggi il seguito.. per le altre

Leggi il seguito di questo post »